LEGGI E REGOLAMENTI

Leggi regionali

Legge regionale 21 luglio 2017, n. 28

Disposizioni in materia di risorse agricole, forestali e ittiche e di attività venatoria.

TESTO VIGENTE dal 20/05/2021

Avviso legale: Il presente documento è riprodotto, con variazioni nella veste grafica ed eventuali annotazioni, dal corrispondente testo pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione Friuli Venezia Giulia, non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale avente valore legale.

Data di entrata in vigore:
  27/07/2017
Materia:
210.01 - Agricoltura
210.02 - Foreste
210.03 - Bonifica e riordino fondiario
210.04 - Zootecnia
210.07 - Agricoltura biologica
210.09 - Agriturismo
440.06 - Calamità naturali - Protezione civile
450.01 - Caccia
450.02 - Pesca - Acquacoltura

Capo II
  Modifiche alla legge regionale 22 luglio 1996, n. 25 (Disciplina dell'agriturismo)
Art. 10
1.
Alla lettera b) del comma 5 dell'articolo 2 della legge regionale 22 luglio 1996, n. 25 (Disciplina dell'agriturismo), le parole << nella provincia di Trieste >> sono sostituite dalle seguenti: << nell'area territoriale Giuliana di cui all'allegato C bis della legge regionale 12 dicembre 2014, n. 26 (Riordino del sistema Regione-Autonomie locali nel Friuli Venezia Giulia. Ordinamento delle Unioni territoriali intercomunali e riallocazione di funzioni amministrative) >>.

Art. 11
1.
Nella rubrica e al comma 1 dell'articolo 16 della legge regionale 25/1996 le parole << , alle Comunità montane ed alle Province >> sono soppresse.

Art. 13
1.
Al comma 1 dell'articolo 18 della legge regionale 25/1996 le parole << sentite l'Unione Province Italiane (UPI) e >> sono sostituite dalla seguente: << sentita >>.

Art. 15
1.
Nella rubrica e al comma 1 dell'articolo 27 della legge regionale 25/1996 le parole << degli articoli 15 e 17 >>sono sostituite dalle seguenti: << dell'articolo 15 >>.

Art. 16
  (Norme transitorie relative alla legge regionale 25/1996 )
1. Gli articoli 17 e 19 della legge regionale 25/1996 continuano ad applicarsi ai procedimenti in corso alla data di entrata in vigore della presente legge e fino alla conclusione dei medesimi, fatta salva la riduzione da dieci a cinque anni del vincolo di destinazione previsto all' articolo 19, comma 1, della legge regionale 25/1996 al fine di contrastare gli effetti dell'attuale congiuntura economica. Il Servizio competente comunica ai beneficiari la modifica della durata del vincolo di destinazione.