Consiglio Regionale

seguici su

Leggi regionali

Legge regionale 5 dicembre 2005, n. 29

Normativa organica in materia di attività commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande. Modifica alla legge regionale 16 gennaio 2002, n. 2 <<Disciplina organica del turismo>>.

TESTO VIGENTE

Avviso legale: Il presente documento è riprodotto, con variazioni nella veste grafica ed eventuali annotazioni, dal corrispondente testo pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione Friuli Venezia Giulia, non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale avente valore legale.

Scegli il testo:

Formato stampabile:
HTML - PDF - DOC

Visualizza:
 

Data di entrata in vigore:
  10/12/2005
Materia:
220.02 - Commercio
230.01 - Organizzazione turistica

TITOLO IV
 COMMERCIO DELLA STAMPA QUOTIDIANA E PERIODICA
CAPO I
 Disciplina del commercio della stampa quotidiana e periodica
Art. 55
 (Definizione e ambito di applicazione)
1. Il presente capo disciplina le modalità e le condizioni del commercio della stampa quotidiana e periodica, intendendosi come tale anche la vendita di giornali e riviste esercitata sulle aree pubbliche.
2. I soggetti che esercitano l'attività di cui al comma 1 sono sottoposti alle medesime disposizioni che riguardano le altre attività commerciali, purché esse non contrastino con le specifiche disposizioni del presente titolo e del titolo VI.
Note:
1Articolo sostituito da art. 18, comma 1, L. R. 19/2016
Art. 56
 (Punti vendita della stampa quotidiana e periodica)
1. L'apertura dei punti vendita della stampa quotidiana e periodica è soggetta a SCIA da inoltrarsi al SUAP del Comune competente per territorio.
2. Gli operatori possono vendere presso il proprio punto vendita qualunque altro prodotto secondo la vigente normativa.
3. Nella vendita di quotidiani e periodici gli operatori assicurano parità di trattamento, escluse le pubblicazioni a contenuto anche solo parzialmente pornografico, nel rispetto, in particolare, delle modalità di cui all' articolo 5 del decreto legislativo 24 aprile 2001, n. 170 (Riordino del sistema di diffusione della stampa quotidiana e periodica, a norma dell' articolo 3 della legge 13 aprile 1999, n. 108 ).
4. Le testate, oggetto della parità di trattamento di cui al comma 3, sono i prodotti a contenuto editoriale, quotidiani o periodici, con finalità d'informazione, di formazione, di divulgazione, d'intrattenimento, destinati alla pubblicazione e diffusi al pubblico con periodicità regolare e contraddistinti da una testata costituente elemento identificativo del prodotto, che rispettano tutti gli obblighi previsti dalla legge 8 febbraio 1948, n. 47 (Disposizioni sulla stampa), e recano stampata sul prodotto e in posizione visibile la data e la periodicità effettiva, il codice a barre e la data di prima immissione sul mercato.
5. Le chiusure dei punti vendita nei giorni domenicali e festivi, a eccezione dei giorni in cui non è prevista la pubblicazione dei quotidiani, nonché per ferie, sono regolate in modo da garantire l'effettuazione del servizio nelle varie zone del territorio, mediante la predisposizione di turni programmati dalla Camera di Commercio competente, d'intesa con le organizzazioni di categoria e nel rispetto degli orari di apertura previsti dall'accordo nazionale di categoria. Il calendario dei turni è distribuito a tutte le organizzazioni interessate.
Note:
1Articolo sostituito da art. 19, comma 1, L. R. 19/2016
Art. 57
 (Esenzione dall'autorizzazione)
1. Non è necessaria la SCIA di cui all'articolo 56, comma 1, per:
a) la vendita nelle sedi dei partiti, enti, chiese, comunità religiose, sindacati e associazioni, di pubblicazioni di rispettiva pertinenza;
b) la vendita ambulante di quotidiani di partito, sindacali e religiosi, che ricorrano all'opera di volontari a scopo di propaganda politica, sindacale o religiosa;
c) la vendita nelle sedi delle società editrici e delle loro redazioni distaccate dei giornali e delle riviste da esse editi;
d) la vendita di pubblicazioni specializzate non distribuite nelle edicole;
e) la consegna porta a porta e per la vendita ambulante da parte degli editori, distributori ed edicolanti;
f) la vendita in strutture ricettive quando a servizio dei clienti;
g) la vendita effettuata all'interno di strutture pubbliche o private rivolta unicamente al pubblico che ha accesso a tali strutture.
(1)
Note:
1Parole sostituite al comma 1 da art. 20, comma 1, L. R. 19/2016
Art. 58

( ABROGATO )

(1)
Note:
1Articolo abrogato da art. 33, comma 1, lettera a), L. R. 19/2016
Art. 59

( ABROGATO )

(1)
Note:
1Articolo abrogato da art. 33, comma 1, lettera a), L. R. 19/2016
Art. 60

( ABROGATO )

(8)
Note:
1Lettera d bis) del comma 1 aggiunta da art. 12, comma 1, L. R. 13/2008
2Comma 2 sostituito da art. 12, comma 2, L. R. 13/2008
3Comma 3 abrogato da art. 12, comma 3, L. R. 13/2008
4Comma 4 abrogato da art. 12, comma 3, L. R. 13/2008
5Comma 5 abrogato da art. 12, comma 3, L. R. 13/2008
6Parole soppresse al comma 6 da art. 12, comma 4, L. R. 13/2008
7Parole sostituite al comma 7 da art. 12, comma 5, L. R. 13/2008
8Articolo abrogato da art. 33, comma 1, lettera a), L. R. 19/2016
Art. 61

( ABROGATO )

(2)
Note:
1Comma 2 abrogato da art. 13, comma 1, L. R. 13/2008
2Articolo abrogato da art. 33, comma 1, lettera a), L. R. 19/2016
Art. 62

( ABROGATO )

Note:
1Articolo sostituito da art. 14, comma 1, L. R. 13/2008
2Articolo abrogato da art. 33, comma 1, lettera a), L. R. 19/2016
Art. 63

( ABROGATO )

(1)
Note:
1Articolo abrogato da art. 33, comma 1, lettera a), L. R. 19/2016
Art. 64

( ABROGATO )

(1)
Note:
1Articolo abrogato da art. 33, comma 1, lettera a), L. R. 19/2016