Consiglio Regionale

seguici su

Leggi regionali

Legge regionale 26 luglio 2013, n. 6

Assestamento del bilancio 2013 e del bilancio pluriennale per gli anni 2013-2015 ai sensi dell'articolo 34 della legge regionale 21/2007.

TESTO VIGENTE

Avviso legale: Il presente documento è riprodotto, con variazioni nella veste grafica ed eventuali annotazioni, dal corrispondente testo pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione Friuli Venezia Giulia, non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale avente valore legale.

Scegli il testo:

Formato stampabile:
HTML - PDF - DOC

Visualizza:
 

Data di entrata in vigore:
  01/08/2013
Materia:
170.04 - Bilanci e piani pluriennali - leggi finanziarie e strumentali - rendiconti

Art. 11
 (Finalità 10 - Affari istituzionali, economici e fiscali generali)
1. Al fine di assicurare il puntuale esercizio delle funzioni di cui all' articolo 16, comma 2, del regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 luglio 2006, relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale e recante abrogazione del regolamento (CE) n. 1783/1999 , da parte della Struttura dei Controlli di primo livello dei Programmi Fondi Strutturali, incardinata presso la Direzione centrale cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie, l'Amministrazione regionale è autorizzata a sostenere le spese per l'assistenza tecnica a supporto della Struttura medesima.
2. Per la finalità di cui al comma 1 è autorizzata la spesa di 165.000 euro per l'anno 2013 a carico dell'unità di bilancio 10.1.1.1165 e del capitolo 2072 di nuova istituzione nello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2013-2015 e del bilancio per l'anno 2013, con la denominazione "PCT Italia-Slovenia 2007-2013. Supporto di assistenza tecnica alla Struttura dei Controlli di primo livello Programmi Fondi Strutturali".
3. Per gli interventi finanziati a valere sul Piano di sviluppo rurale 2000-2006, misura S, sottomisura S2 "Rinnovamento e miglioramento delle strutture e valorizzazione del patrimonio edificato a fini turistici", di cui all'articolo 2, comma 1, lettera a), del regolamento applicativo, approvato con decreto del Presidente della Regione 1 marzo 2001, n. 58, i Comuni autorizzano le attività di gestione in forma non imprenditoriale di strutture ricettive turistiche a far data dalla presentazione del rendiconto degli interventi stessi all'Amministrazione regionale. I beneficiari presentano al Comune di competenza la documentazione prevista dalla legge regionale 16 gennaio 2002, n. 2 (Disciplina organica del turismo), entro il termine tassativo del 31 dicembre 2013.
4. In via di interpretazione autentica dell' articolo 2, comma 47, della legge regionale 31 dicembre 2012, n. 27 (Legge finanziaria 2013), il conferimento degli immobili si intende realizzato con il conferimento dell'intera quota di partecipazione al capitale sociale di Agemont Immobiliare Srl al Consorzio per lo sviluppo industriale di Tolmezzo.
5.
Al comma 11 dell'articolo 11 (Norme in materia di autonomie locali) della legge regionale 8 aprile 2013, n. 5 , le parole << finanziati in tutto o in parte dalla Regione >> sono sostituite dalle seguenti: << finanziati in tutto o in parte con legge regionale >>.

6. Nello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2013-2015 e del bilancio per l'anno 2013 sono introdotte le variazioni alle unità di bilancio e ai capitoli di cui alla annessa tabella K.