Legge regionale 30 luglio 2009 , n. 13 - TESTO VIGENTE dal 26/02/2021

Disposizioni per l'adempimento degli obblighi della Regione Friuli Venezia Giulia derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunità europee. Attuazione della direttiva 2006/123/CE. Attuazione dell'articolo 7 della direttiva 79/409/CEE concernente la conservazione degli uccelli selvatici. Attuazione del Regolamento (CE) n. 853/2004 in materia di igiene per gli alimenti di origine animale. Modifiche a leggi regionali in materia di sportello unico per le attività produttive, di interventi sociali e artigianato, di valutazione ambientale strategica (VAS), di concessioni del demanio pubblico marittimo, di cooperazione allo sviluppo, partenariato internazionale e programmazione comunitaria, di gestione faunistico-venatoria e tutela dell'ambiente naturale, di innovazione. (Legge comunitaria 2008).

Art. 53

(Norme transitorie in materia di sportello unico)

(3)

1. L'Amministrazione regionale, i Comuni singoli e associati e le altre amministrazioni pubbliche coinvolte nelle procedure dello sportello unico garantiscono, anche attraverso gli accordi di cui all'articolo 1 della legge regionale 3/2001, come sostituito dall'articolo 4, la completa informatizzazione dello sportello unico entro due anni dalla data di entrata in vigore del regolamento di cui all'articolo 5, comma 5, della legge regionale 3/2001, come sostituito dall'articolo 8.

2. Fino alla completa informatizzazione dello sportello unico i relativi procedimenti posso essere svolti anche in forma cartacea.

3.

( ABROGATO )

(1)(2)(8)

4.

( ABROGATO )

(4)(9)

5.

( ABROGATO )

(5)

6.

( ABROGATO )

(6)

7.

( ABROGATO )

(7)

8. Ai procedimenti in corso all'entrata in vigore della presente legge e alle domande di incentivazione presentate sino alla data del 31 marzo 2009, continuano ad applicarsi l'articolo 9 della legge regionale 3/2001 e il relativo regolamento attuativo nel testo previgente.

Note:

Comma 3 sostituito da art. 11, comma 23, L. R. 24/2009

Parole sostituite al comma 3 da art. 10, comma 69, lettera a), L. R. 22/2010

Dichiarata, con sentenza della Corte costituzionale n. 54 del 24 marzo 2014 (pubblicata in G.U. 1a Serie Speciale n. 15 del 2 aprile 2014), l'illegittimità costituzionale del comma 69, lett. a) dell'art. 10, L.R. 22/2010, con cui si disponeva la sostituzione di parole al comma 3 del presente articolo, che risulta peraltro successivamente abrogato dall'art. 5, comma 2, lett. a), L.R. 4/2011.

Comma 4 sostituito da art. 10, comma 69, lettera b), L. R. 22/2010

Comma 5 abrogato da art. 10, comma 69, lettera c), L. R. 22/2010

Comma 6 abrogato da art. 10, comma 69, lettera c), L. R. 22/2010

Comma 7 abrogato da art. 10, comma 69, lettera c), L. R. 22/2010

Comma 3 abrogato da art. 5, comma 2, lettera a), L. R. 4/2011

Comma 4 abrogato da art. 5, comma 2, lettera b), L. R. 4/2011