Legge regionale 05 dicembre 2005, n. 29 - TESTO VIGENTE dal 12/08/2021

Normativa organica in materia di attività commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande. Modifica alla legge regionale 16 gennaio 2002, n. 2 <<Disciplina organica del turismo>>.
TITOLO III
 COMMERCIO SULLE AREE PUBBLICHE
CAPO I
 Disciplina del commercio sulle aree pubbliche
Art. 40
 (Definizioni)
Art. 41
 (Ambito di applicazione)
2. Il presente titolo non si applica:
a) a coloro che esercitano esclusivamente la vendita a domicilio ai sensi della normativa vigente;
b) agli agricoltori i quali esercitano sulle aree pubbliche la vendita dei prodotti agricoli ai sensi del decreto legislativo 228/2001, ferme restando le disposizioni relative alla concessione dei posteggi. I medesimi soggetti devono comunque essere in possesso di documentazione probante la segnalazione certificata di inizio attività e il rispetto della normativa igienico-sanitaria.
Note:
1Comma 2 bis aggiunto da art. 59, comma 1, L. R. 26/2012
2Lettera b bis) del comma 1 aggiunta da art. 22, comma 1, lettera a), L. R. 4/2016
3Parole soppresse alla lettera b) del comma 2 da art. 22, comma 1, lettera b), L. R. 4/2016
4Parole aggiunte al comma 2 bis da art. 22, comma 1, lettera c), L. R. 4/2016
5Comma 2 ter aggiunto da art. 22, comma 1, lettera d), L. R. 4/2016
6Comma 2 quater aggiunto da art. 22, comma 1, lettera d), L. R. 4/2016
7Parole sostituite alla lettera b) del comma 2 da art. 35, comma 1, L. R. 4/2016
8Parole sostituite al comma 2 bis da art. 16, comma 1, L. R. 19/2016
9Comma 2 bis abrogato da art. 19, comma 1, L. R. 9/2019
Art. 42
2. L'esercizio dell'attività è soggetto a SCIA al SUAP del Comune sede del posteggio, oggetto della concessione, nell'ipotesi di cui al comma 1, lettera a), ovvero al SUAP del Comune nel quale il richiedente intende avviare l'attività medesima, nell'ipotesi di cui al comma 1, lettera b).
4. L'esercizio dell'attività, ai sensi del comma 1, lettera a), comprende anche l'esercizio in forma itinerante del commercio sulle aree pubbliche nell'ambito del territorio regionale; l'esercizio dell'attività, ai sensi del comma 1, lettera b), comprende anche la vendita al domicilio del consumatore, nonché nei locali ove questi si trovi per motivi di lavoro, di studio, di cura, di intrattenimento o svago.
5. L'operatore che abbia già presentato la SCIA ai fini dell'esercizio ai sensi del comma 1, lettera b), non può presentare ulteriori SCIA per il commercio sulle aree pubbliche in forma esclusivamente itinerante, fatte salve le ipotesi di subingresso.
6. Hanno validità nel territorio regionale anche le SCIA e le autorizzazioni presentate o rilasciate nelle altre Regioni ai sensi della normativa di settore del commercio sulle aree pubbliche.
7. In occasione delle fiere o di altre riunioni straordinarie di persone possono essere concesse occupazioni temporanee di posteggio per l'esercizio del commercio sulle aree pubbliche. Esse sono valide soltanto per i giorni delle predette riunioni e sono rilasciate esclusivamente a chi possieda i requisiti, in ogni caso nei limiti dei posteggi appositamente previsti.
8. Uno stesso soggetto può presentare contemporaneamente più SCIA, ai fini dell'esercizio del commercio sulle aree pubbliche, fermo restando il rispetto dei limiti e dei divieti previsti dalla normativa vigente.
9. Le imprese commerciali di uno Stato membro dell'Unione europea, abilitate nel loro Paese allo svolgimento dell'attività sulle aree pubbliche, possono effettuare la medesima attività nel territorio della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia con la sola esibizione del titolo autorizzativo originario, fatta salva l'osservanza delle norme igienico-sanitarie, delle norme che regolano l'uso del suolo pubblico e delle condizioni e modalità stabilite dal regolamento comunale e nel caso delle procedure di selezione per l'assegnazione di posteggi, il possesso dei requisiti di priorità è comprovato mediante la documentazione acquisita in base alla disciplina vigente nello Stato membro e avente la medesima finalità.
Note:
1Parole sostituite al comma 1 da art. 8, comma 1, lettera a), L. R. 15/2012
2Comma 4 sostituito da art. 8, comma 1, lettera b), L. R. 15/2012
3Comma 8 sostituito da art. 8, comma 1, lettera c), L. R. 15/2012
4Articolo sostituito da art. 23, comma 1, L. R. 4/2016
5Parole aggiunte alla lettera b) del comma 1 da art. 17, comma 1, L. R. 19/2016
6Parole sostituite alla lettera a) del comma 1 da art. 19, comma 2, lettera a), L. R. 9/2019
7Parole soppresse alla lettera b) del comma 1 da art. 19, comma 2, lettera b), L. R. 9/2019
8Parole aggiunte al comma 3 da art. 19, comma 2, lettera c), L. R. 9/2019
Art. 43
1. L'esercizio del commercio sulle aree pubbliche è subordinato al rispetto delle condizioni e delle modalità stabilite dal regolamento del Comune nel cui territorio viene esercitato.
3. Possono essere stabiliti divieti e limitazioni all'esercizio anche per motivi di ordine pubblico, viabilità, di carattere igienico-sanitario o per altri motivi di pubblico interesse, relativamente sia all'attività svolta in forma itinerante, sia alla localizzazione dei posteggi nei mercati e nelle fiere, fermo restando che i Comuni non possono stabilire limitazioni e divieti per l'esercizio dell'attività disciplinata dalla presente legge al fine di creare zone di rispetto a tutela della posizione di operatori in sede stabile o sulle aree pubbliche.
Note:
1Rubrica dell'articolo sostituita da art. 24, comma 1, lettera a), L. R. 4/2016
2Parole aggiunte al comma 2 da art. 24, comma 1, lettera b), L. R. 4/2016
3Comma 2 bis aggiunto da art. 24, comma 1, lettera c), L. R. 4/2016
4Comma 3 bis aggiunto da art. 24, comma 1, lettera d), L. R. 4/2016
5Comma 3 ter aggiunto da art. 24, comma 1, lettera d), L. R. 4/2016
6Comma 3 quater aggiunto da art. 24, comma 1, lettera d), L. R. 4/2016
7Comma 3 quinquies aggiunto da art. 24, comma 1, lettera d), L. R. 4/2016
8Comma 5 abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
Art. 44

( ABROGATO )

Note:
1Parole soppresse al comma 1 da art. 60, comma 1, L. R. 26/2012
2Articolo abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
Art. 45

( ABROGATO )

Note:
1Articolo abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
Art. 46

( ABROGATO )

Note:
1Articolo abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
Art. 47
 (Prescrizioni per i prodotti alimentari)
6. In deroga a quanto previsto al comma 5, è consentita la somministrazione di bevande alcoliche, esclusivamente con contenuto alcolico inferiore al 21 per cento del volume, soltanto nelle fiere.
Note:
1Comma 1 sostituito da art. 25, comma 1, lettera a), L. R. 4/2016
2Comma 1 bis aggiunto da art. 25, comma 1, lettera b), L. R. 4/2016
3Parole aggiunte al comma 5 da art. 25, comma 1, lettera c), L. R. 4/2016
4Comma 2 abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
5Comma 3 abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
6Comma 4 abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
Art. 48
 (Disposizioni relative ai mercati)
13. Il presente articolo non si applica alle aree demaniali marittime, a quelle degli aeroporti, delle stazioni e delle autostrade.
Note:
1Parole aggiunte al comma 14 da art. 11, comma 1, L. R. 7/2007
2Parole soppresse al comma 10 da art. 9, comma 1, L. R. 15/2012
3Comma 1 sostituito da art. 26, comma 1, lettera a), L. R. 4/2016
4Comma 2 sostituito da art. 26, comma 1, lettera b), L. R. 4/2016
5Parole sostituite al comma 3 da art. 26, comma 1, lettera c), L. R. 4/2016
6Parole aggiunte al comma 3 da art. 26, comma 1, lettera c), L. R. 4/2016
7Parole sostituite al comma 4 da art. 26, comma 1, lettera d), L. R. 4/2016
8Comma 5 sostituito da art. 26, comma 1, lettera e), L. R. 4/2016
9Comma 6 abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
10Comma 7 abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
11Comma 8 abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
12Comma 9 abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
13Comma 10 abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
14Comma 11 abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
15Comma 12 abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
16Parole sostituite al comma 3 da art. 19, comma 3, lettera a), L. R. 9/2019
17Parole sostituite al comma 4 da art. 19, comma 3, lettera b), L. R. 9/2019
18Parole sostituite al comma 5 da art. 19, comma 3, lettera c), L. R. 9/2019
19Lettera 1) del comma 5 abrogata da art. 19, comma 3, lettera d), L. R. 9/2019
Art. 49
 (Posteggi)
11. La decadenza dalla concessione del posteggio è automatica e va immediatamente comunicata all'interessato dal Comune, non appena il provvedimento sanzionatorio emesso per la violazione di quanto prescritto ai sensi dei commi 9 e 10 è divenuto esecutivo.
12. La decadenza dalla concessione del posteggio per la mancata utilizzazione dello stesso, in ciascun anno solare, per periodi di tempo complessivamente superiori a quattro mesi riguarda chi non utilizzi il posteggio per un numero di giorni complessivamente superiore al numero dei giorni di attività possibili secondo il tipo di autorizzazione nel corso di quattro mesi. Qualora il posteggio venga utilizzato per l'esercizio di un'attività stagionale, il numero dei giorni di mancato utilizzo del medesimo, oltre il quale si verifica la decadenza dalla concessione, è ridotto in proporzione alla durata dell'attività. Accertato il mancato utilizzo del posteggio nei termini suindicati, la decadenza è automatica e va immediatamente comunicata dal Comune all'interessato.
Note:
1Parole soppresse al comma 5 da art. 10, comma 1, lettera a), L. R. 15/2012
2Parole sostituite al comma 8 da art. 10, comma 1, lettera b), L. R. 15/2012
3Comma 1 sostituito da art. 27, comma 1, lettera a), L. R. 4/2016
4Parole sostituite al comma 2 da art. 27, comma 1, lettera b), L. R. 4/2016
5Parole soppresse al comma 3 da art. 27, comma 1, lettera c), L. R. 4/2016
6Comma 4 sostituito da art. 27, comma 1, lettera d), L. R. 4/2016
7Parole sostituite al comma 5 da art. 27, comma 1, lettera e), L. R. 4/2016
8Comma 8 sostituito da art. 27, comma 1, lettera f), L. R. 4/2016
9Parole sostituite al comma 9 da art. 27, comma 1, lettera g), L. R. 4/2016
10Parole soppresse al comma 9 da art. 27, comma 1, lettera g), L. R. 4/2016
11Parole aggiunte al comma 10 da art. 27, comma 1, lettera h), L. R. 4/2016
12Parole soppresse al comma 13 da art. 27, comma 1, lettera i), L. R. 4/2016
13Comma 6 abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
14Comma 7 abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
15Comma 1 sostituito da art. 19, comma 4, lettera a), L. R. 9/2019
16Parole aggiunte al comma 5 da art. 19, comma 4, lettera b), L. R. 9/2019
Art. 53

( ABROGATO )

Note:
1Articolo sostituito da art. 11, comma 1, L. R. 15/2012
2Articolo abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016
Art. 54

( ABROGATO )

Note:
1Articolo abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 4/2016