Legge regionale 20 marzo 2000 , n. 7TESTO VIGENTE - TESTO VIGENTE dal 01/04/2020

Testo unico delle norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso.

Art. 32

(Vincolo di destinazione dei beni immobili)

1. Il soggetto beneficiario degli incentivi regionali ha l'obbligo di mantenere la destinazione dei beni immobili per la durata di cinque anni. Il mantenimento del vincolo di destinazione riguarda sia i soggetti beneficiari, sia i beni oggetto di incentivi.

2. Il mancato rispetto delle disposizioni di cui al comma 1 comporta l'applicazione dell'articolo 49, commi 1 e 2.

3. In caso di alienazione del bene oggetto di incentivo pluriennale, ultraquinquennale, dopo la scadenza del termine di cui al comma 1, l'incentivo è revocato dal momento dell'alienazione del bene.

4. Sono fatte salve le diverse disposizioni previste da leggi e regolamenti di settore qualora siano più favorevoli al beneficiario.

5. In via eccezionale e per accertate sopravvenute ragioni di interesse pubblico la durata dei vincoli di destinazione può essere abbreviata nei confronti di soggetti pubblici con deliberazione della Giunta regionale.

5 bis.

( ABROGATO )

Note:

Derogata la disciplina dell'articolo da art. 15, comma 30, L. R. 13/2002

Derogata la disciplina del comma 1 da art. 16, comma 6, L. R. 13/2002

Derogata la disciplina del comma 1 da art. 4, comma 6 bis, L. R. 19/2004

Articolo interpretato da art. 4, comma 81, L. R. 1/2005, sino ad avvenuta modifica del citato articolo ad opera di art. 4, comma 23, L. R. 12/2006

Derogata la disciplina del comma 1 da art. 20, comma 4, L. R. 5/2005

Derogata la disciplina dell'articolo da art. 90, comma 1, L. R. 29/2005

Comma 1 interpretato da art. 4, comma 110, L. R. 22/2007

Comma 1 interpretato da art. 40, comma 1, L. R. 16/2008

Integrata la disciplina del comma 1 da art. 8, comma 32, L. R. 17/2008

10 Derogata la disciplina dell'articolo da art. 10, comma 44 bis, L. R. 17/2008, sino ad avvenuta modifica del citato articolo ad opera di art. 50, comma 1, lettera e), L. R. 1/2016

11 Comma 1 interpretato da art. 18, comma 1, L. R. 11/2009

12 Derogata la disciplina del comma 1 da art. 35, comma 3, L. R. 5/2012

13 Derogata la disciplina dell'articolo da art. 13, comma 5, L. R. 14/2012

14 Derogata la disciplina dell'articolo da art. 10, comma 5, L. R. 22/2012

15 Derogata la disciplina del comma 3 da art. 4, comma 101, L. R. 27/2012

16 Derogata la disciplina del comma 3 da art. 6, comma 407, L. R. 27/2012

17 Comma 5 bis aggiunto da art. 10, comma 1, L. R. 9/2013

18 Integrata la disciplina del comma 5 bis da art. 10, comma 2, L. R. 9/2013

19 Derogata la disciplina dell'articolo da art. 8 bis, comma 1, L. R. 50/1993

20 Derogata la disciplina dell'articolo da art. 15 ter, comma 1, L. R. 3/1999

21 Derogata la disciplina dell'articolo da art. 25, comma 1, L. R. 13/2014

22 Derogata la disciplina dell'articolo da art. 9, comma 28, L. R. 15/2014

23 Derogata la disciplina del comma 1 da art. 6, comma 1, L. R. 18/2014

24 Comma 5 bis abrogato da art. 36, comma 1, L. R. 3/2015

25 Derogata la disciplina del comma 1 da art. 6, comma 15, L. R. 20/2015

26 Derogata la disciplina del comma 1 da art. 20, comma 2, L. R. 23/2015 , a decorrere dall' 1 gennaio 2016.

27 Derogata la disciplina del comma 1 da art. 20, comma 4, L. R. 23/2015 , a decorrere dall' 1 gennaio 2016.

28 Derogata la disciplina del comma 1 da art. 6, comma 96, L. R. 14/2016

29 Derogata la disciplina dell'articolo da art. 13, comma 2, L. R. 29/2018 , con effetto dall'1/1/2019.